Treno o aereo in ritardo? Forse non lo sai ma in questi casi ti spetta il rimborso

Treno o aereo in ritardo? Forse non lo sai ma in questi casi ti spetta il rimborso del biglietto. Ecco che cosa c’è da sapere a riguardo.

È tempo di viaggi e vacanze e, di conseguenza, è anche arrivato il momento per molti di prendere un treno oppure un aereo. Ad ogni modo, a tal proposito, è di fatto risaputo che spesso e volentieri questi mezzi di trasporto possono subire notevoli ritardi.

Aereo ritardo Nerdyland

Sia che si tratti del treno sia dell’aereo, il problema può essere sempre dietro l’angolo. Una bella seccatura, soprattutto se si considera che spesso e volentieri in queste circostanze è quanto mai fondamentale rispettare degli orari ben precisi poiché si hanno delle coincidenze da prendere oppure dei check in presso alberghi ed alloggi da effettuare. Ciò che, però, non tutti sanno è che in questi casi specifici all’utente spetta il rimborso parziale o totale del biglietto. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Treno o aereo in ritardo? Quando ti spetta il rimborso

Come abbiamo anticipato fin dall’inizio del nostro articolo, con l’arrivo delle ferie estive quasi sempre si ha un biglietto di un treno o di un aereo prenotato per la partenza. Tuttavia, non di rado può capitare di andare incontro ad una serie di brutte sorprese e, in particolare, a forti ritardi. Ma niente paura, perché inconvenienti a parte in tutti questi casi spetta il rimborso parziale o completo del biglietto. Vediamo quali sono tutte le situazioni specifiche.

Quando ti spetta il rimborso

Ebbene, se anche tu quest’estate sei stato vittima di un forte ritardo quando dovevi prendere il treno o l’aereo per partire per le tue vacanze sei capitato nel posto giusto. Sì, perché stiamo per spiegarti con esattezza quando un ritardo sulla tabella di marcia può comportare il rimborso del proprio biglietto. Per quanto riguarda il treno, uno dei mezzi più utilizzati dagli italiani ogni giorno sia per viaggiare che per andare a lavorare, è bene sapere che si può chiedere rimborsi ed indennizzi quando il mezzo è in notevole ritardo o quando la tratta viene cancellata. Ma approfondiamo meglio questo discorso.

Ritardo Nerdyland

Se la corsa è stata soppressa a causa di uno sciopero si ha diritto al rimborso del biglietto ma non ad ulteriori risarcimenti. Inoltre, nel caso specifico di Trenitalia, il rimborso qualora ci sia un ritardo è pari al 25% del biglietto per un lasso di tempo compreso fra i 60 ei 119 minuti; del 50% al di sopra dei 120 minuti. Stesso discorso vale anche per Italo per cui, però, non bisogna fare richiesta. Se il treno è un Frecciarossa, Frecciargento o Frecciabianca l’indennità è del 25% anche per i ritardi di 30-59 minuti. Nel caso, invece, dell’aereo con un ritardo superiore alle 3 ore si ha diritto ad un risarcimento di:

  • 250 euro per le tratte brevi;
  • 400 euro per le tratte medie;
  • 600 euro per le tratte lunghe.

Al di sopra delle 5 ore di ritardo, la compagnia aerea è tenuta a rimborsarti interamente i costi o a trovarti una soluzione alternativa.