Attacca lo smartphone e ruba i tuoi dati bancari: attenzione a questo virus, è pericolosissimo 

Attacca lo smartphone e ruba i tuoi dati bancari: fai molta attenzione a questo virus, è pericolosissimo. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Come spesso abbiamo visto nei nostri precedenti articoli, per quanto Internet ed i vari dispositivi tecnologici siano estremamente utili nella vita di tutti i giorni, è bene restare sempre in guardia.

Smartphone Nerdyland

I pericoli, di fatto, possono essere sempre dietro l’angolo. Tentativi di truffe, furto di dati sensibili, clonazione di account e carte di credito e chi più ne ha più ne metta. Insomma, pensare di essere al sicuro al giorno d’oggi non è altro che una semplice illusione. A tal proposito, nell’ultimo periodo è tornato a circolare un virus pericolosissimo capace di attaccare gli smartphone e rubare i nostri dati bancari per poi svuotarci il conto. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Attenzione a questo virus

Nell’ultimo periodo è tornato a circolare un pericolosissimo virus che attacca gli smartphone e ruba i dati bancari. Stiamo parlando del cosiddetto SharkBot, un meccanismo che attacca in prima battuta i cookies, vale a dire le tracce informatiche che noi utenti lasciamo sui siti che visitiamo. Ma questo potrebbe non essere il problema maggiore. Di fatto, questo subdolo virus è in grado di sostituire la pagina di accesso dell’home banking con una falsa e, una volta che andremo ad inserirci i nostri dati questi finiranno in mano degli hacker che potranno usarli a loro piacimento. Ciò che, però, rende la nuova versione dello SharkBot ancora più pericolosa è la capacità di raggirare anche il riconoscimento per l’accesso tramite impronta digitale. Come fare, quindi, per proteggersi da una simile minaccia? Scopriamolo subito.

Come difendersi

Una volta compresa fino in fondo la pericolosità della nuova versione di questo virus è bene anche cercare di adottare qualche utile accorgimento per difendersi da esso. In particolare, occorre sempre fare attenzione a non scaricare sul nostro smartphone delle app ‘sospette’ o potenzialmente pericolose. In secondo luogo, bisogna prestare attenzione ai meccanismi di funzionamento della nostra applicazione dell’home banking. Se questa, nello specifico, da un giorno all’altro inizia a presentare delle differenze rispetto al passato senza che la banca abbia segnalato la modifica stessa allora potrebbe esserci qualcosa che non va. Soprattutto se sembra essere scomparsa l’autenticazione tramite impronta digitale.

Sicurezza informatica Nerdyland

Se, infine, abbiamo riscontrato anche alcuni movimenti bancari non effettuati da noi allora avremo la conferma al cento per cento di aver contratto il virus. In questo caso è bene rivolgersi immediatamente alla Polizia Postale. Si ricorda, infine, che un sistema efficace per difendersi dai virus è quello di installare sempre sui propri dispositivi un buon antivirus. Solo così potremo metterci al riparo dai vari tentativi di truffa che oggigiorno circolano sul web e non solo.