Truffa del bancomat, i carabinieri lanciano l’allarme: pochi secondi e ti rubano il pin, fai attenzione

Truffa del bancomat, i carabinieri lanciano l’allarme: soltanto pochi secondi e ti rubano il pin, fai molta attenzione!

Per quanto si tratti di uno strumento estremamente utile, il bancomat può nascondere anche qualche insidia.

Atm Nerdyland

Di sicuro ci permette di effettuare acquisti online, pagare senza necessariamente portare con sé denaro contante e prelevare direttamente in valuta straniera quando ci troviamo all’estero per un viaggio o per lavoro. Insomma, sono numerosissimi i vantaggi di pagare con il bancomat. Come, però, abbiamo anticipato, bisogna anche prestare la massima attenzione a ciò che facciamo perché al giorno d’oggi sono sempre di più le truffe messe in atto dai malintenzionati per raggirarci e rubarci le nostre credenziali bancarie. A tal proposito, quest’oggi vogliamo parlarti di una truffa molto pericolosa che sta girando nell’ultimo periodo. A lanciare l’allarme sono stati i carabinieri stessi, i quali hanno fornito anche delle indicazioni ben precise per cercare di difendersi da questo tranello. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Truffa del bancomat: pochi secondi e ti rubano il pin

Come abbiamo anticipato fin dall’inizio del nostro articolo, nell’ultimo periodo è tornata in auge una truffa molto comune che ha per oggetto il bancomat. Bastano solo pochi secondi e ti rubano il pin per poi svuotarti il conto bancario. Nello specifico, i malfattori cercano di avvicinare i malcapitati mentre stanno prelevando allo sportello e con una scusa provano a distrarli e a carpire il pin. Molto spesso lasciano, inoltre, cadere una banconota per terra e fanno credere alla vittima di averla persa. Così, questa si inchina a raccoglierla e nel frattempo i criminali sostituiscono il bancomat vero con uno falso. In questo modo, riescono quindi ad entrare in possesso sia della carta che delle pin. Un sistema tanto semplice quanto astuto che ha fruttato ad un gruppo di malviventi delle Marche centinaia di migliaia di euro. Ma vediamo ora come è possibile difendersi dalla truffa.

L’allarme dei carabinieri

A segnalare l’accaduto sono stati proprio i carabinieri, i quali dopo aver lanciato l’allarme hanno fornito una serie di utili indicazioni ai cittadini al fine di permettere loro di proteggersi da un’eventuale truffa. In particolare, le autorità competenti si sono raccomandate di adottare i seguenti accorgimenti nel momento in cui ci si appresta a prelevare con il bancomat presso un qualunque sportello:

Bancomat Nerdyland
  • assicurarsi che non ci siano persone sospette nei paraggi dell’ATM;
  • prima di inserire il pin del bancomat accertarsi che lo sportello non presenti alcuna anomalia;
  • usare sempre la mano libera o un altra forma di ‘riparo’ per coprirsi quando si va a digitare il proprio pin.

Degli accorgimenti davvero semplici che nella maggior parte dei casi possono rivelarsi utilissimi per scongiurare un tentativo di truffa. Qualora, invece, si dovesse cadere nel tranello, si raccomanda di rivolgersi subito alle autorità competenti e di bloccare tempestivamente le proprie carte.