Sapete qual è il primo sito internet della storia? | Non ci crederete

Fu il genio dell’ingegnere informatico Tim Berners-Lee a regalare al mondo il primo sito internet della storia nel lontano 1991.

Non crederete ai vostri occhi quando leggerete il nome del primo sito web della storia pubblicato online. Evento storico che risale al lontano 1991, esattamente due anni dopo la caduta del Muro di Berlino, data fondamentale per lo sviluppo di Internet e per la nascita del Web.

Primo sito Internet della storia
Primo sito Internet della storia (www.nerdyland)

Durante gli anni della Guerra Fredda gli Stati Uniti D’America decisero di creare una rete di comunicazione informatica capace di collegare a distanza un numero infinto di terminali nel caso in cui fosse scoppiata una guerra nucleare. Il progetto fu chiamato Arpanet, progenitor di Internet, e fu sviluppato dalle maggiori università americane, presenti nella west-coast.

Con la caduta del muro di Berlino e il conseguente disfacimento del regime sovietico, gli Stati Uniti D’America decisero di liberalizzare la rete informatica nata per scopi militari e di renderla utilizzabile a scopi civili: nacque così Internet. Successivamente l’informatico britannico Tim Berners-Lee regalò al mondo un’invenzione che avrebbe sconvolto la vita di tutti noi.

Il primo sito internet della storia: su messo online nel 1991

Nel 1990 l’ingegnere informatico Tim John Berners-Lee lavorava al Cern di Ginevra e fu proprio in quell’anno che ebbe un’intuizione geniale. Ovvero quella di creare un’applicazione che funzionasse sulla rete Internet e che consentisse la condivisone facile e libera di documenti e informazioni.

Quell’anno Berners-Lee diede alla luce il WorldWideWeb, meglio conosciuto come Web, realizzato assieme al collega Robert Cailliau, che può essere considerato la prima applicazione della storia. Applicazione che aveva come obiettivo quello dar vita a una rete ipertestuale, funzionante grazie al protocollo http, navigabile da tutti grazie allo strumento del browser e configurabile mediante il nuovo linguaggio HTML.

Naturalmente si deve sempre all’informatico britannico la nascita del primo sito web della storia, che venne messo online il 6 agosto del 1991, ovvero http://info.cern.ch/. Sito sul quale Berners-Lee e Cailliau condivisero il documento che conteneva le istruzioni necessarie per consentire a chiunque di creare in autonomia un proprio sito sulla piattaforma appena nata.

Lo scienziato Tim Berners-Lee
Lo scienziato Tim Berners-Lee – Foto: Ansa

La rete Internet aveva finalmente un’interfaccia universale, facile da usare anche per i non addetti ai lavori. Da quel giorno è diventato possibile pubblicare e condividere informazioni liberamente accessibili da qualunque parte del mondo. Un’invenzione che nel giro di soli 30 anni ha rivoluzionato completamente la nostra vita, in tutti i suoi spetti, cambiando per sempre il mondo.

Articolo di Michele Lamonaca