Twitch, arrestato durante la diretta: voleva commettere una strage

Non solo donazioni live, dirette sparatutto con i videogiocatori più conosciuti sul web o sessioni di ASMR per dormire sonni tranquilli. Un uomo stava progettando una strage sulla piattaforma streaming.

Quando parliamo di Twitch, facciamo riferimento a una piattaforma in cui è possibile fare di tutto guadagnando anche soldi. Motivo per cui qualche giorno fa la sexy streamer Kaitlyn Siragusa, ha raccontato in diretta di aver ricevuto ben 70.000 dollari da un donatore anonimo che voleva aiutarla, visto il suo passato turbolento e scandito dalla violenza domestica. Insomma, stiamo parlando di un aiuto umano e concreto che ha riscontri nel virtuale, eppure non è sempre così.

Twitch, arrestato in diretta
Twitch (www.nerdyland.it)

Un uomo in Florida, infatti, è stato arrestato dopo aver minacciato di “uccidere 20 persone” in una chat di Twitch. Eppure, trattandosi la maggior parte delle volte di haters o di persone che riversano nel virtuale tutta la loro rabbia e frustrazione nel reale, all’inizio la minaccia non è stata presa seriamente. La maggior parte delle volte la gente è appagata solo dall’insulto o dalla minaccia online.

Non è un segreto, infatti, che qualsiasi comunità online possa diventare tossica, con commenti scortesi o sgradevoli. L’anno scorso, ad esempio, sempre negli Stati Uniti la situazione è diventata ancora più pericolosa e delicata, quando le persone hanno iniziato a condurre vere e proprie campagne di odio contro gli streamer di Twitch che non gli piacevano, di solito prendendo di mira minoranze o membri della comunità LGBTQ. In questo caso, però, siamo di fronte a tutt’altro tipo di minacce e, se vogliamo, di “contenuti”.

Twitch, l’ultima frontiera per i serial killer?

Mai nessuno aveva fatto su Twitch quello che ha fatto il 33enne della Florida nei giorni scorsi che, in qualche modo, ha alzato inaspettatamente l’asticella dell’odio e della violenza. Lowell Thomas Schoonmaker, infatti, ha iniziato a pubblicare chiare minacce in una chat di Twitch. Dopo aver fatto dichiarazioni vaghe come “un omicidio di massa in arrivo”, il residente di Boca Raton, come riportato dai media locali, ha detto: “Oggi ucciderò 20 persone. Buona giornata.” Un altro utente di Twitch ha quindi informato l’FBI delle minacce che sembravano essere spaventosamente concrete.

Lowell Thomas Schoonmaker, arrestato in diretta
Lowell Thomas Schoonmaker (www.nerdyland.it)

Così, gli agenti della contea di Palm Beach sono stati in grado di rintracciare Schoonmaker tramite il suo indirizzo IP ed è stato arrestato lo scorso 14 dicembre. Al 17 dicembre, il 33enne era ancora detenuto nella prigione della contea di Palm Beach e potrebbe essere accusato di aver minacciato di commettere una sparatoria di massa o un atto di terrorismo annunciandolo su Twitch. Eppure, Schoonmaker si è giustificato affermando di aver affrontato un periodo di importante depressione e che era anche ubriaco quando ha scritto le minacce online. Ma non solo. L’uomo ha anche dichiarato di non aver mai progettato un atto terroristico, anche perché non possiede nemmeno armi da fuoco.

Non è chiaro a questo punto se Schoonmaker sia stato bandito da Twitch per le sue minacce, tuttavia, proprio per garantire sicurezza e tranquillità all’interno della piattaforma, sarebbe il caso che Twitch trovi un modo efficace per interrompere immediatamente qualsiasi tentativo di emulazione da parte degli spettatori.

Articolo di Karola Sicali