Festival di Cannes 2023, un atteso film è letteralmente scomparso: cosa è successo

Cosa sta accadendo al Festival di Cannes, si cerca di fare luce su ciò che si nasconde dietro la scomparsa di un film dall’elenco dei candidati 

Colpo di scena dell’ultimo minuto per il Festival di Cannes 2023, una regista è stata fatta fuori dalla proclamazione dei candidati, ma la situazione è stata gestita male e tutti hanno iniziato a chiedersi cosa si nascondesse dietro il dietrofront improvviso.

Festival di Cannes, conferenza stampa: Corsini fuori dall’elenco dei film
Festival di Cannes, conferenza stampa (Ansafoto) – nerdyland.it

Tra i film in gara era presente anche quello di Catherine Corsini, che già si accingeva a festeggiare la candidatura, poi l’improvvisa sparizione del suo nome dall’elenco e l’incertezza del direttore artistico di Thierry Fremaux che aveva eliminato il nome ma al tempo stesso aveva fatto riferimento a ‘7 film al femminile’ in conferenza stampa.

Subito corretto da un collaboratore che ha precisato si trattasse di 6 film con regia al femminile. Tra i film francesi era certa la presenza della Corsini, la sera prima della conferenza stampa si era chiuso il giro di passaparola, lei stessa non era più nella pelle per la notizia.

Dopo diverse ore arriva la conferenza stampa per l’annuncio ufficiale da parte del direttore artistico Thierry Fremaux che ha letto anche questa volta i nomi in prima persona. Dopo il lungo elenco la platea sbigottisce: è scomparso il nome della Corsini, la settima autrice in gara non è stata nominata dal direttore.

La scomparsa del film della Corsini dall’elenco delle candidature al Festival di Cannes, cosa si nasconde dietro il dietrofront

Secondo quanto ha sostenuto Le Parisien, il problema relativo alla scomparsa della candidatura è legato ad alcuni incidenti di percorso che hanno coinvolto non solo la pellicola da presentare, ma anche la stessa regista. Fremaux a mezzanotte aveva confermato alla Corsini la partecipazione alla gara, ma il consiglio d’amministrazione del Festival ha tirato fuori delle verità che intralciavano la selezione.

Catherine Corsini, la regista esclusa
Catherine Corsini, la regista esclusa (Ansafoto) – nerdyland.it

A quanto attesta il quotidiano francese, ci sono state delle accuse contro alcuni membri della troupe, fra cui anche proprio la regista stessa, che avrebbero fatto “molestie e gesti inappropriati nei confronti di due attrici”. Da qui è partita un’inchiesta con tanto di segnalazione alla procura della repubblica.

La seconda segnalazione sulla regia di Catherine Corsini: gli è costata il Festival

A tutto ciò si è aggiunta un’altra segnalazione, secondo la quale la sceneggiatura è stata inviata alla commissione che si occupa del lavoro minorile nel mondo dello spettacolo senza alcune scene con contenuto sessuale esplicito che vedevano coinvolta la protagonista di 15 anni e una coprotagonista di 17.

La produttrice Elisabeth Perez si è scusata spiegando che la scena è stata aggiunta durante le riprese e per un errore loro non è stata integrata alla sceneggiatura già inviata alla commissione. Al momento si sta ancora indagando sulla questione ma difficilmente il Festival di Cannes cambierà idea a riguardo.