Se hai ricevuto questa mail non aprirla: è una truffa, fai attenzione!

Se anche tu hai ricevuto questa mail non aprirla: è una truffa, fai molta attenzione o potrebbero essere guai seri! Cosa c’è da sapere.

Negli ultimi giorni ha cominciato a diffondersi la notizia circa una mail potenzialmente pericolosa per migliaia di utenti, utilizzata in realtà per mascherare una terribile truffa. Se anche tu, quindi, l’hai ricevuta fai molta attenzione o rischi di finire in guai grossi.

Mail truffa Nerdyland

Ma facciamo subito un passo indietro e cerchiamo di capire di che cosa si tratta, in che cosa consiste e come è possibile difendersi dall’inganno. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo. Mi raccomando, non abbassare la guardia!

Se hai ricevuto questa mail non aprirla: potrebbe essere una truffa

Come abbiamo anticipato fin dall’inizio del nostro articolo, nell’ultimo periodo si è diffusa una nuova truffa ai danni dei cittadini che sfrutterebbe come mezzo di contaminazione la casella di posta elettronica. In particolare, l’inganno di cui stiamo parlando consisterebbe in una falsa comunicazione da parte dell’Agenzia delle Entrate in cui verrebbe notificato il mancato pagamento del bollo sulle fatture elettroniche e in cui verrebbe fornito un link per scaricare la documentazione necessaria per conoscere ulteriori dettagli. Un tentativo di truffa a tutti gli effetti che sarebbe stato segnalato, di fatto, anche dallo stesso Ente che avrebbe messo in guarda gli utenti del malware in questione.

“Agenzia delle entrate-Riscossione segnala nuovi tentativi di truffa via mail (phishing), eseguiti mediante l’invio di messaggi aventi come mittente ricevuta_pagaonline@agenziariscossione.gov.it, falsamente riconducibili all’Ente di riscossione”. Se, quindi, hai ricevuto una mail simile non aprirla per nessun motivo al mondo. L’Agenzia delle Entrate è, di fatto, “estranea all’invio di questi messaggi. E raccomanda i destinatari di non tenerne conto, di non cliccare sui link presenti all’interno, di non aprire gli allegati e di eliminarli immediatamente”. L’obbiettivo dell’inganno, ovviamente, è sempre il tentativo da parte di hacker di appropriarsi dei nostri dati personali e delle credenziali di accesso a conti correnti ed altri account privati.

Come riconoscere l’inganno

Al di là del mittente e del contenuto della mail, per riconoscere il tentativo di phishing è bene prestare attenzione a questi dettagli precisi:

  • errori grammaticali;
  • uso di termini impropri;
  • indirizzo del mittente inventato;
  • presenza di link su domini diversi a quelli istituzionali;
  • contenuto riguardante il mancato pagamento del bollo sulle fatture elettroniche.
Mail truffa Nerdyland

Ricordiamo, infatti, che nel suo comunicato l’Agenzia delle Entrate spiega che “nel corpo dei messaggi in questione si parla di mancato versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche e si fornisce un link per scaricare la documentazione per conoscere tutti i dettagli”. Si raccomanda, quindi, di prestare la massima attenzione per non andare incontro a brutte sorprese e a furti di identità o di dati personali sensibili, compresi quelli bancari.