Stai attento a dove metti i piedi sulla sabbia: pericolo dietro l’angolo, se lo calpesti sono dolori

Stai attento a dove metti i piedi sulla sabbia: il pericolo è sempre dietro l’angolo, se lo calpesti sono dolori. Guarda un po’ qua.

Cosa c’è di più bello della sensazione dei granelli di sabbia sotto i piedi? A molti questo semplice gesto trasmette un senso di pura libertà. Ad altri, invece, dà addirittura fastidio. In ogni caso, però, anche una bella passeggiata al mare può trasformarsi in una pessima esperienza.

Piedi sulla sabbia Nerdyland

Sì, perché anche qui i pericoli sono sempre dietro l’angolo. In particolare, fai attenzione a dove metti i piedi sulla sabbia. Se calpesti questo ostacolo sono dolori! Hai già capito di che cosa stiamo parlando? Continua a leggere il nostro articolo e lo scoprirai.

Cosa succede quando camminiamo scalzi in spiaggia

Come abbiamo già affrontato all’interno di uno dei nostri precedenti articoli, camminare a piedi nudi può avere dei notevoli benefici per la salute dell’organismo. Tuttavia, è bene non esagerare perché a lungo andare potrebbero insorgere anche delle controindicazioni. Ad ogni modo, quest’oggi vogliamo soffermarci sul camminare scalzi in spiaggia. Che cosa succede quando lo facciamo? Oltre ad essere per molti un’esperienza rilassante e liberatoria, passeggiare in spiaggia può essere anche un modo alternativo per praticare attività fisica anche in vacanza. In generale, possiamo dire che questa abitudine permette di rafforzare la muscolatura del piede, del polpaccio e di tutta la fascia plantare e mette in moto tendini e legamenti che di norma tendono ad assopirsi quando abbiamo le scarpe. Attenzione, però, perché non è tutto oro ciò che luccica! Sì, perché essendo il bagno asciuga spesso inclinato piedi e caviglie potrebbero sforzarsi troppo sempre nella stessa direzione, causando così fasciti, tendiniti e borsiti.

Stai attento a dove metti i piedi sulla sabbia

Ma le insidie non finiscono qua, perché oltre ai disturbi che possono insorgere a livello di postura bisogna anche fare attenzione a dove si mettono i piedi sulla sabbia perché sotto di essa possono nascondersi dei veri e propri pericoli. A tal proposito, quando si cammina sui fondali marini bisogna fare attenzione alle tracine, note anche con il nome di pesci ragno. Si tratta di una specie molto diffusa nei mari europei che se calpestata rilascia i propri aculei velenosi.

Pericoli sabbia Nerdyland

Per chi le calpesta le tracine possono essere, quindi, molto dolorose ed occorre subito intervenire per contrastarne gli effetti. Esse, infatti, possono causare nel malcapitato fastidio al piede e a tutto l’arto, arrossamento, gonfiore e addirittura nausea, vomito e febbre. In questi casi bisogna mettere subito il piede nella sabbia calda o in acqua quasi bollente per attenuare il dolore. Acqua fredda, ghiaccio e antidolorifici sono al contrario poco efficaci. In ogni caso, si consiglia di rivolgersi il prima possibile al proprio medico di riferimento perché stabilisca la terapia più opportuna da seguire.