Riscaldarsi in inverno senza spendere un euro: cosa insegnano i nostri nonni

Il metodo per stare caldi d’inverno senza spendere neanche un euro ci viene suggerito dai nostri nonni: ecco come facevano, qualcosa di veramente semplice e geniale allo stesso tempo. 

Come si faceva in antichità? Ecco, con l’arrivo dell’inverno bisogna sapere come riscaldarsi senza ricorrere alla corrente elettrica o al gas che sono diventati ormai troppo cari per chiunque.

Proteggersi dal freddo – Nerdyland

Questo inverno sarà molto freddo. Lo dicono le previsioni e tutto diventa più preoccupante se si pensa al costo dell’energia e del gas che ha subito un’impennata senza precedenti nell’ultimo periodo. Sempre più persone, sempre più famiglie si ritrovano a dover fronteggiare una crisi che si è abbattuta su tutti come un fulmine ed ha portato solo disastri. Le bollette ormai sono impagabili e diverse attività commerciali hanno dovuto abbassare la serranda per sempre perché non sono riuscite a fronteggiare i costi. E’ qualcosa che fa veramente male, più che dare fastidio, perché non si tratta di tasse da pagare in cambio di un servizio o simili. Si tratta di prezzi che sono aumentati da un giorno all’altro e non si capisce neanche bene il perché. Ma così come le attività commerciali si sono trovate sull’orlo del baratro dalla sera alla mattina, anche le famiglie italiane hanno risentito del caro bollette. Prima, i costi erano abbastanza sostenibili, anche se con gli stipendi molto bassi che ci sono in Italia non è mai stato proprio una passeggiata di salute adempiere a tutti i doveri e pagare tutto ciò che c’è da pagare ogni mese. Con tanti, ma tanti sacrifici, tutti quanti stanno riducendo le spese, stringendo la cinghia, e cercando di andare avanti nonostante tutto. Ma da questa situazione così ‘scomoda’ possiamo trarre anche qualche insegnamento. E possiamo ricorrere, in questo caso, alla storia. Agli antenati delle nostre famiglie. Ai nostri nonni. Come facevano loro, per esempio, quando ancora non c’era la corrente elettrica o i termosifoni, a riscaldarsi?

Se le bollette sono troppo care proviamo a riscaldarci come facevano i nostri nonni

Il freddo va combattuto. C’è poco da fare. In un modo o nell’altro, bisogna tenere il corpo ad una temperatura sopportabile e per fare ciò dobbiamo ricorrere ad alcuni metodi che ci ‘insegnano’ i nostri nonni attraverso i loro racconti. Per chi ha la fortuna di avere ancora un nonno dentro casa, sarà molto semplice: basterà chiedere a lui come si faceva a riscaldarsi quando non esistevano le caldaie, i termosifoni e le stufe varie. 

Plaid – Nerdyland

Ecco, dai veri racconti abbiamo raccolto un’importante verità. Come si faceva prima, in inverno, a stare caldi? Alcuni ricorrevano alla borsa d’acqua calda. Bastava riempirla di acqua bollente, che avevano riscaldato sugli antichi bracieri, e tenerla in grembo. In questo modo, il risultato era garantito. Si trovava il calore necessario in poco tempo e la durata era anche abbastanza consistente. Ma questo non era l’unico metodo. C’era anche l’usanza, per esempio, di riscaldare i semi della frutta, metterli tutti in un sacchetto di tessuto e tenerlo poi addosso per stare caldi. Ma quello che funzionava davvero era l’abbigliamento, più di ogni altro rimedio. Abbiamo tutti nella mente l’immagine della nonna che lavora all’uncinetto. Ecco, con quelle mani producevano i plaid più caldi e confortevoli del mondo, che poi servivano in inverno per tenerci al caldo. Si possono mettere sulle spalle, sui piedi, ed anche sulle coperte quando si va a letto la sera. Sono molto utili anche per quando si vuole passare il pomeriggio, per esempio, sul divano. In genere, vestirsi più pesanti in inverno è sicuramente un ottimo metodo per stare al caldo senza usare fonti di energia. Seguendo questi consigli, statene certi, non spenderete un euro e raggiungerete il vostro obiettivo.