Se soffri di sindrome premestruale, questo è il binomio che ti farà sentire meglio

Soffrire di sindrome premestruale è doloroso e molto fastidioso ma è possibile utilizzare alcune soluzioni molto valide per tornare alla vita normale. 

La sindrome premestruale può essere un momento del ciclo difficile per una donna con irritabilità, ansia, depressione, dolore al seno, alla schiena, cefalea e tutta una serie di fastidi che possono variare da donna a donna. Questa è legata agli ormoni e tendenzialmente compare 5 giorni prima delle mestruazioni ma in altri casi può essere durevole e prolungata prima e dopo, rendendo veramente complessa la vita quotidiana.

Sindrome premestruale
Come combattere la sindrome premestruale (nerdyland)

Si tende a sottovalutare il suo impatto e le donne pensano di dover necessariamente coesistere con tutto questo subendone i sintomi senza fare nulla, ma non è così. Le soluzioni esistono e si può migliorare di molto l’impatto sulla propria vita.

Sindrome premestruale: come attenuare i sintomi

La sindrome premestruale spesso viene sottovalutata, eppure può portare a sbalzi ormonali con conseguenze piuttosto forti ed evidenti nella donna. In alcuni soggetti non si manifesta, in altri invece è particolarmente evidente e in altri ancora è lieve e quindi sopportabile. Ognuno deve comprendere dove si colloca il suo fastidio e farsi aiutare. Ci sono tanti consigli da parte di specialisti da poter seguire ma, in caso di problemi più gravi che non possono essere tenuti a freno, risulta sempre fondamentale rivolgersi al proprio medico curante o al ginecologo.

premestruale
Sindrome premestruale, annullare i disturbi (nerdyland)

Come spiega la dottoressa Serena Missori sul suo profilo la sindrome si può manifestare sin dalla prima mestruazione o subentrare successivamente, anche in età adulta. Le donne però hanno quasi vergogna ad esprimere questa difficoltà. Non è normale o giusto vivere in balia dei propri ormoni ed è per questo che è importante farsi aiutare. Andando ad intervenire sulla sindrome premestruale in età fertile si va anche a porre una base per migliorare successivamente la menopausa, in questo modo sarà più facile gestire le vampate, l’umore, i disturbi del sonno e il desiderio sessuale.

Questa sindrome non è un capriccio, gli sbalzi ormonali se molto repentini possono avere un impatto diretto sulla qualità della vita e quindi avere negativamente una conseguenza sul lavoro e nelle relazioni. Le soluzioni sono molteplici, dalla dieta all’esercizio fisico a terapie ormonali sostitutive. Ogni donna deve trovare la propria dimensione quindi quello che meglio si sposa con le proprie necessità. Gli oli essenziali sono un valido aiuto come bergamotto, salvia, rosa, camomilla, lavanda, melissa, finocchio, gelsomino.

Sono quindi fondamentali una moderata attività fisica, leggera ma continuativa, un peso controllato e anche l’ausilio di prodotti distensivi come gli oli citati che possono rappresentare un valido aiuto. Resta comunque importante, nei casi di mancata gestione dei fastidi, rivolgersi al medico.